Demotic, un sistema per installare un impianto di domotica a basso costo, è l’idea che si aggiudica il primo posto della seconda edizione di Startup Weekend Palermo, conclusasi ieri sera con la cerimonia di premiazione al Consorzio Arca. L’ideatore di Demotic è Simone Cascino, che aiutato dal suo team è riuscito a convincere i giudici sbaragliando la concorrenza delle altre 11 idee in gara, tutte comunque molto valide. Lo dimostra il fatto che nonostante i premi in palio fossero già molti, i giudici hanno deciso di aggiungerne altri in itinere, proprio perché le idee meritevoli erano tante ed è sembrato opportuno istituire dei premi speciali. Ma vediamo nel dettaglio tutti i premi assegnati ieri sera.

Dopo il grande successo dello scorso anno, il 14, 15 e 16 Novembre torna a Palermo lo Startup Weekend! L’edizione di quest’anno si svolgerà interamente presso il Consorzio Arca, l’incubatore d’impresa dell’Università degli Studi di Palermo da sempre impegnato a coltivare e sviluppare il tessuto imprenditoriale locale, che dell’evento è promotore e special partner in collaborazione con Neunoi e Servizi Speciali s.r.l

Venerdì 7 novembre 2014 alle ore 16, nell’Aula Capitò dell'Università di Palermo (Viale delle Scienze, ed. 7), con una conferenza interamente dedicata al mondo delle Start-up, si apre il secondo ciclo di incontri del “Progetto Alumni”, di cui è coordinatore e responsabile Scientifico del programma il prof. Salvatore Tomaselli, del dipartimento SEAS. Protagonisti del primo appuntamento saranno Fabio Maria Montagnino, direttore Consorzio ARCA, Giovanni Imburgia e Guglielmo Brino, fondatori di Social Food e Giuseppe Russo, senior member technical staff di Informamuse, azienda incubata all’interno di Arca.

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha indetto un concorso per la selezione nazionale dei Nuovi Talenti Imprenditoriali finalizzato alla valorizzazione e rappresentazione, in occasione di Expo 2015, delle migliori esperienze imprenditoriali realizzate nel settore agricolo e agroalimentare della pesca e dell’acquacoltura da aziende startup, aperte da meno di 48 mesi, condotte da giovani tra i 18 e 40 anni e provenienti da tutto il territorio nazionale.

Sono stati resi noti i progetti vincitori del bando di Fondazione Telecom ItaliaBeni invisibili. Luoghi e maestria delle tradizioni artigianali”. Tra gli 8 progetti selezionati in tutta Italia, su un totale di 478 pervenuti, c’è anche “CREZI_FOOD_KIT”, progetto presentato dall’associazione palermitana CLAC in collaborazione con il Consorzio Arca e Next, unico in tutta la Sicilia ad essere stato selezionato. L’idea di base consiste nel fare della tradizione enogastronomica siciliana non solo uno dei saperi da valorizzare, ma anche il settore trainante di altre forme di produzione artigianale che rischiano di diventare definitivamente invisibili, così da creare una filiera i cui prodotti si sostengano a vicenda.

Pagina 146 di 162

Su questo sito utilizziamo i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più clicca sul tasto Approfondisci . Continuando nella navigazione, invece, presti il consenso all’uso dei cookie.