WIB s.r.l., la startup palermitana che opera nel campo delle macchine per la vendita automatica, ha indetto un contest creativo per la realizzazione di un nuovo logo e di un payoff. Dopo aver preso parte con successo a diverse business competition nazionali ed internazionali, WIB si appresta ad entrare nel mercato del commercio al dettaglio implementando un canale di vendita del tutto nuovo, in grado di combinare le potenzialità del Web alla comodità del negozio sotto casa. Grazie alla loro tecnologia, le macchine WIB sono in grado di gestire e offrire un ampio catalogo di prodotti, e soprattutto permettono ai consumatori di accedervi online, acquistando i prodotti via web e mobile, per poi ritirarli comodamente una volta raggiunta la macchina.

L’11 dicembre la Commissione Europea ha ufficialmente presentato i primi 64 bandi di Horizon 2020, il programma dell’Unione Europea a supporto della ricerca e dell’innovazione per il settennato 2014-2020. Nel corso dei prossimi mesi è prevista la pubblicazione di altri bandi a valere sulla dotazione finanziaria del 2014. Gli oltre 15 miliardi di euro a disposizione per il biennio 2014-2015 riguardano le tre linee fondamentali di Horizon 2020 e per la prima volta le priorità di finanziamento hanno un orizzonte temporale di due anni, invece che di uno solo.

Lunedì 13 gennaio, alle ore 15, presso i locali del Consorzio Arca (Viale delle Scienze Edificio 16, Palermo), si terrà la presentazione del bandoProgetti in Cantiere”, promosso da “Il Genio di Palermo. La bellezza salverà il mondo, Distretto Sociale Evoluto – DSE”, con il sostegno di Fondazione con il Sud. Il concorso si inserisce nell’ambito del Progetto “Il Genio di Palermo. La bellezza salverà il mondo” e si propone di raccogliere le migliori idee nel settore turistico o della fruizione dei beni monumentali e artistici, che riescano a coniugare innovazione tecnologica e sistemi di riciclo/riuso dei materiali nell’elaborazione di oggetti destinati all’arredo o al merchandising culturale per il Centro Storico di Palermo.  

Il contest creativo “Un logo per NETKITE” ha un vincitore: si tratta di Vincenzo Cancemi. La giuria, composta dai partner internazionali del progetto NETKITE, in occasione del meeting di progetto che si è svolto presso Arca nei giorni 19 e 20 dicembre ha preferito il suo logo scegliendolo tra le proposte di otto partecipanti. Il logo di Vincenzo Cancemi è stato scelto, oltreché per l’aspetto puramente grafico, per il concept che ne sta alla base. L’idea che il logo esprime, infatti, rimanda a concetti quali rete, concatenazione e tecnologia elettronica e meccanica, che ben si adattano alla natura del progetto NETKITE.  

Con il kickoff meeting che si svolgerà nella giornata odierna e domani a Palermo, presso i locali del Consorzio Arca, parte ufficialmente il progetto “NETKITE - Cross-border NETwork to foster Knowledge-intensive business Incubation and TEchnology transfer”, finanziato sul programma di cooperazione euro mediterranea ENPI CBC MED, di cui Arca è capofila. Il progetto si svolge in partenariato con 6 organizzazioni provenienti da Cipro, Francia, Giordania, Egitto, Tunisia, Territori Palestinesi e 2 enti associati di Amman e Betlemme. “Questo progetto rappresenta un’ulteriore opportunità per l’Università e per la Città di Palermo di rafforzare la collaborazione internazionale nel Mediterraneo in tema di valorizzazione della conoscenza e di formazione dei giovani all’imprenditorialità” – spiega il prof. Umberto La Commare, Presidente del Consorzio ARCA.

Pagina 159 di 162

Su questo sito utilizziamo i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più clicca sul tasto Approfondisci . Continuando nella navigazione, invece, presti il consenso all’uso dei cookie.