La Moda del Futuro: Sostenibilità, Tecnologia e Manifattura urbana - Webinar

Incontro con i designers italiani che hanno raccolto e vinto la sfida lanciata dal progetto ReFREAM, mercoledì 22 luglio dalle ore 12.00 alle ore 13.00 in diretta su zoomL'obiettivo è sviluppare nuovi concetti per il futuro della moda attraverso nuovi processi ed una nuova estetica che sia inclusiva e sostenibili. durante l'incontro verra presentata la nuova call dove gli artisti premiati riceveranno una sovvenzione di 55.000 euroInterverrà come Keynote Giusy Cannone CEO del Fashion Technology Accelerator di Milano.

Re-FREAM è un progetto di ricerca collaborativa in cui gli artisti e i designer selezionati collaborano con una comunità di scienziati per ripensare il processo di produzione del settore della moda.

L'obiettivo è sviluppare nuovi concetti per il futuro della moda attraverso nuovi processi ed una nuova estetica che sia inclusiva e sostenibili.

Gli artisti premiati riceveranno una sovvenzione di 55.000 euro. La call per partecipare scade il 30 settembre 2020 ed è visionabile sul sito: https://www.re-fream.eu/apply/

In occasione dell'apertura della seconda call del progetto ReFREAM, Giulia Tomasello, Fabio Molinas, Emanuela Corti e Ivan Parati, racconteranno la loro esperienza di 9 mesi di co-creazione con gli Hub di Berlino, Linz e Valencia.

Interverrà come Keynote Giusy Cannone CEO del Fashion Technology Accelerator di Milano.

 Programma RE-FREAM WEBINAR

12.00 Introduzione – Luca Leonardi
12.05 Startup fashion Tech: i trend sul mercato e nel mondo della finanza? Giusy Cannone
12.20 Fabio Molinas – Leather for Vegetarians
12.30 Witsense Design - Lovewear
12.40 Giulia Tommasello e Tommaso Busolo – Alma Project
12.50 La seconda call per una nuova estetica nella moda - Isabel Berz, IED Madrid
13.00 La seconda Call Re-Fream
13.10 Q&A

Registrati all'evento

 

 

Su questo sito utilizziamo i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più clicca sul tasto Approfondisci . Continuando nella navigazione, invece, presti il consenso all’uso dei cookie.