Smart Money: contributi a fondo perduto per l’80% delle spese per servizi di incubazione e accelerazione

Il Decreto Rilancio porta con sé delle novità e delle occasioni interessanti per le startup innovative in cerca di incubatori e acceleratori per portare avanti la loro idea. Così nasce Smart Money, un servizio di Invitalia che offre contributi a fondo perduto finalizzati all’acquisizione di servizi prestati da parte di incubatori, acceleratori, innovation hub, business angels e per gli investimenti nel capitale di rischio delle startup innovative. Sarà possibile presentare le domande per accedere alle agevolazioni a partire dalle 12 del 24 giugno 2021. Contattaci per maggiori informazioni mandando una mail all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Si suddivide in due programmi di finanziamento paralleli, uno dedicato allo scouting di tecnologie e gestione della proprietà intellettuale, mentre l’altro all’investimento in equity attuato dagli attori dell’ecosistema dell’innovazione. Il bando Smart Money, previsto dal Decreto Rilancio, prevede un budget di 9,5 milioni di euro e intende sostenere la nascita e la crescita delle startup innovative facilitando l’incontro tra le  imprese e gli ecosistemi per l’innovazione. 

 

Tutto questo verrà erogato con un finanziamento in cui è prevista la concessione di contributi a fondo perduto rivolti alle startup innovative (costituite da meno di 24 mesi) classificabili come piccole imprese e alle persone fisiche che intendono avviare una startup per l’acquisizione di servizi prestati dagli attori dell’ecosistema dell’innovazione operanti per lo sviluppo di imprese innovative, come il Consorzio ARCA.

 

Come presentare il progetto per il Programma 1 (scouting)
Per accedere alle agevolazioni, le startup innovative devono presentare un progetto di sviluppo avente le seguenti caratteristiche:

  • contengano una soluzione innovativa da proporre sul mercato, già individuata al momento della presentazione della domanda di agevolazione, sebbene da sviluppare nei dettagli più operativi in una fase successiva, che soddisfi esigenze che rendano il progetto scalabile;
  • puntino sull'impegno diretto dei soci dell'impresa proponente e/o di un team dotati di capacità tecniche e gestionali adeguate, in termini di apporto tecnologico e lavorativo o, in alternativa, prevedere il consolidamento del team e di tali capacità tramite la ricerca di professionalità da reperire sul mercato;
  • siano nella fase di individuazione del mercato o siano vicini alla fase di test di mercato, con lo sviluppo di un prototipo (Minimum Viable Product) o con la prima sperimentazione del prodotto o servizio per misurare il gradimento dei potenziali clienti e/o investitori.

Per tale linea di intervento, sono ammissibili alle agevolazioni i piani di attività, aventi una durata non inferiore a 12 mesi, che prevedono l'acquisizione di servizi finalizzati ad accelerare e facilitare la realizzazione di un determinato progetto di sviluppo. 

Tra le spese ammissibili ci sono servizi nei seguenti ambiti:

  • la consulenza organizzativa
  • la gestione della proprietà intellettuale;
  • il supporto all'autovalutazione della maturità digitale;
  • lo sviluppo e lo scouting di tecnologie;
  • la prototipazione, ad esclusione del prototipo funzionale;
  • i lavori preparatori per campagne di crowdfunding.

Sono inoltre ammissibili i servizi di incubazione come l'affitto dello spazio fisico e i servizi accessori di connessione e le attività di networking, se direttamente collegati ai servizi indicati nell'elenco.

Le agevolazioni possono coprire l’80% delle spese ammissibili fino ad un massimo di 10.000 euro.
Il contributo è riconosciuto ai sensi del "de minimis" e nel rispetto dei limiti previsti dal regolamento (UE) n. 1407/2013, ai sensi del quale l'aiuto massimo concedibile per ciascuna "impresa unica" non può superare l'importo di euro 200.000,00 nell'arco di tre esercizi finanziari.

 

Programma 2: investimento nel capitale di rischi

 

Parallelamente, il programma sostiene l’investimento nel capitale di rischio per un importo non inferiore a 10mila euro e non deve determinare una partecipazione di maggioranza nel capitale della startup innovativa, anche per effetto della conversione di strumenti finanziari di quasi equity eventualmente sottoscritti.


Tale linea sostiene gli investimenti nel capitale di rischio delle start-up innovative che abbiano già beneficiato del sostegno ai piani di attività di cui alla precedente linea di intervento al fine di accompagnarne l'ulteriore crescita.

 

Le agevolazioni

A fronte dell'investimento nel capitale dell'impresa operato da un attore dell'ecosistema dell'innovazione, alla medesima impresa è riconosciuto un'ulteriore agevolazione nella forma di contributo a fondo perduto, in misura pari al 100% dell'investimento nel capitale di rischio attuato dagli attori dell'ecosistema dell'innovazione abilitati, nel limite complessivo di 30.000,00 euro per start-up innovativa.

Ogni start-up innovativa può presentare una sola domanda di agevolazione, avente ad oggetto uno o più investimenti nel capitale di rischio attuati da uno o più attori dell’ecosistema dell’innovazione abilitato.

 

Sarà possibile presentare le domande per accedere alle agevolazioni a partire dalle 12 del 24 giugno 2021, attraverso la procedura informatica disponibile sul sito di Invitalia, soggetto gestore della misura Smart Money
 

Qua l'avviso pubblico per la concessione delle agevolazioni.

Qua la modulistica da compilare sia per le società costituite, sia per le persone fisiche.

Contattaci per maggiori informazioni e per ottenere la dichiarazione di accordo preliminare per una collaborazione finalizzata a facilitare/accelerare la realizzazione del progetto di sviluppo per la Misura agevolativa Smart Money: manda una mail all’indirizzo: cQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Su questo sito utilizziamo i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più clicca sul tasto Approfondisci . Continuando nella navigazione, invece, presti il consenso all’uso dei cookie.