Progetto Courage: Sicilia chiama Tunisia.

Dal 12 al 15 maggio la città di Alcamo con la ProLoco di Castellammare del Golfo e l’ASP di Trapani ospitano la delegazione di partner tunisini del Progetto Courage rappresentata dalle due associazioni ong UTSS e APEL. Un calendario ricco di appuntamenti, incontri e visite studio tra Alcamo, Castellammare del Golfo e Trapani. E nel convegno di apertura, dal titolo “Incubatore sociale, promotore di sviluppo locale”, è stato protagonista anche Il Consorzio Arca: si metteranno a confronto le diverse esperienze del credito cooperativo e del mondo dell’imprenditoria con gli interventi di Confindustria Trapani e Banca Don Rizzo, esempi di buone pratiche con Fondazione MondoAltro, ed una realtà consolidata sul territorio con il Consorzio ARCA.

L’iniziativa nasce nell’ambito delle attività previste dal Progetto Courage guidato dal capofila Comune di Alcamo insieme all’Associazione Turistica ProLoco di Castellammare del Golfo e all’ASP di Trapani. Uno scambio Sicilia - Tunisia per mostrare i risultati del progetto e mettere a confronto le due realtà sui temi cardine del progetto: innovazione sociale, imprenditoria e politiche giovanili.

Saranno proprio i giovani i protagonisti: la delegazione tunisina ha al proprio seguito 12 giovani, degli oltre 40 che hanno partecipato, in Tunisia, alle sessioni di formazione organizzate con Courage dai due partner APEL e UTSS. Ad attenderli aspiranti imprenditori, ovvero le ragazze e i ragazzi che, in Sicilia, hanno partecipato anche loro ad una formazione specifica su imprenditoria, marketing e comunicazione organizzata dal Comune di Alcamo, per trasformare le loro idee in aziende.

Obiettivo di Courage è sostenere la creazione d’impresa, i giovani, il settore sociale. Il progetto ha formato oltre 20 giovani siciliani, attivato tre sportelli Help Desk sul territorio, costruito un portale internet www.projet-courage.eu ed una piattaforma interattiva, avviato un “incubatore sociale” a Trapani, ha partecipato ad eventi e incontri nazionali, ha avuto, fin dall’inizio, il sostegno di Banca Don Rizzo e di Confindustria Trapani.

Courage presenta molti punti di contatto con un altro progetto finanziato ENPI, di cui Arca è capofila. Parliamo di NETKITE. Obiettivo di NETKITE è infatti la creazione di startup e spin-off universitari nei paesi del bacino del Mediterraneo, tra cui anche la Tunisia. Nel corso del congresso di apertura, è stata presentata la piattaforma di Open Innovation realizzata dallo staff tecnico di NETKITE, ed i giovani tunisini sono stati invitati a caricare le proprie idee al fine di incentivare una proficua collaborazione con i giovani aspiranti imprenditori selezionati nell’ambito del progetto.

Scarica il programma completo.

Su questo sito utilizziamo i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più clicca sul tasto Approfondisci . Continuando nella navigazione, invece, presti il consenso all’uso dei cookie.