Al via il corso su "Impianti solari a concentrazione multi-generativi"

Il 26 Maggio scorso, presso il Consorzio ARCA, ha preso il via il corso in “Impianti solari a concentrazione multi-generativi”. Il tema è di grandissimo interesse in quanto traguarda lo sviluppo di sistemi solari di piccole dimensioni, integrabili anche negli edifici, in grado di produrre elettricità, acqua calda, raffrescamento estivo ed acqua pulita, al servizio delle comunità locali. Questo approccio si sta progressivamente affiancando a quello più tradizionale rivolto alla costruzione di grandi impianti, i quali spesso presentano ostacoli realizzativi dovuti alle grandi superfici di suolo occupate ed ai notevoli investimenti necessari. L’Italia è uno dei paesi all’avanguardia nella tecnologia solare a concentrazione, grazie soprattutto agli sforzi compiuti dall’ENEA nell’ultimo decennio.

Secondo l’ANEST (Associazione Nazionale Energia Solare Termodinamica), nel 2015 sono cantierabili in Italia oltre 200 MW di solare termodinamico a concentrazione, con un investimento complessivo valutato nell’ordine di 1,5 miliardi di euro, e con ritorni importanti in termini occupazionali. Il conseguimento dell’obiettivo programmato di 600 MW di installato potrebbe contribuire a posizionare la nostra industria nazionale in un segmento tecnologico in grado di trasformare il parco energetico nazionale e di incidere significativamente nel contesto mondiale.

Il corso, co-organizzato da ARCA ed ENEA, si iscrive all’interno del progetto europeo “STS-MED Small scale thermal solar district units for Mediterranean communities”, finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma di cooperazione euromediterranea ENPI CBCMED, con 5 milioni di euro, per la realizzazione e sperimentazione di sistemi solari integrati multi-generativi a concentrazione su piccola scala in grado di produrre simultaneamente elettricità, calore, raffreddamento e desalinizzazione, in quattro impianti pilota in Italia, Cipro, Egitto e Giordania. All’interno del progetto saranno coinvolti 1.000 professionisti e tecnici e 20 comunità locali, per un totale di 20.000 utenti finali, che potranno sperimentare i vantaggi dei sistemi a concentrazione solare di tipo integrato. Attorno agli impianti si svilupperanno innovative filiere di piccole e medie imprese.

Il processo formativo si articola in 2 percorsi: uno rivolto a 50 tra ricercatori junior e neolaureati, studenti degli istituti tecnici superiori con indirizzo elettrico e/o meccanico, e l’altro rivolto alla formazione di 50 tra ingegneri, architetti e tecnici esperti nel settore elettromeccanico operanti nel settore delle energie rinnovabili come dipendenti di aziende o di amministrazioni locali, referenti di piccole e medie imprese operanti nel settore delle energie rinnovabili. Nell’arco di 4 incontri, nel periodo compreso tra maggio 2015 e luglio 2015, i partecipanti acquisiranno conoscenze sullo stato dell’arte delle tecnologie basate sui sistemi a concentrazione con particolare riferimento ai singoli componenti (collettori, turbine, sistemi di accumulo, pompe di calore, sistemi di dissalazione, etc.), agli assetti impiantistici distribuiti e centralizzati ed alle diverse applicazioni. Analizzeranno inoltre lo stato di avanzamento dei lavori del parco/laboratorio didattico, costruito all’interno della cittadella universitaria di Palermo, in cui l’energia solare raccolta da collettori innovativi verrà utilizzata per la climatizzazione dei locali, la generazione di energia elettrica e il testing di sistemi per la purificazione dell’acqua.

Su questo sito utilizziamo i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più clicca sul tasto Approfondisci . Continuando nella navigazione, invece, presti il consenso all’uso dei cookie.