Fabrizio Micari nuovo rettore di Unipa

Da giovedì 2 luglio, l’Università degli studi di Palermo ha un nuovo Rettore. E’ Fabrizio Micari, docente ordinario di "Ingegneria chimica e gestionale", che ha conquistato ben 1401 voti contro i 462 raccolti dall’altro candidato, Paolo Ferro, prorettore uscente. E' stato eletto al primo turno quando era necessaria la maggioranza degli elettori. Quando lo spoglio ha toccato il quorum di 1.090 Micari è stato salutato da un lungo applauso. Il pro rettore vicario sarà Fabio Mazzola, direttore del dipartimento di Scienze economiche. A proclamare il nuovo rettore è stato il decano professore Francesco Maria Raimondo.

Alla base del suo programma, Micari aveva posto l'autonomia dei dipartimenti e un maggiore confronto con le altre istituzioni e con il mondo del lavoro. Il neo rettore, che succede a Roberto Lagalla, si insedierà il prossimo 1 novembre, dopo il decreto di nomina del ministro del Miur Stefania Giannini.

Nato a Palermo nel 1963, Micari si è laureato in Ingegneria Meccanica nel 1986. Ricercatore nel 1988, è diventato professore associato nel 1997 e ordinario nel 1999 presso l’Università della Calabria. Rientrato a Palermo nel 2002, ha insegnato, da allora, materie inerenti la Tecnologia Meccanica e i Sistemi di Lavorazione. E' anche stato visiting professor presso l’Ecole Nationale Supérieure d’Arts et Métiers (ENSAM) di Parigi e delegato del Rettore per la gestione dei rapporti di ricerca con l’Unione Europea dal 2009 al 2013. Ha rivestito i ruoli di Direttore del Dipartimento di Tecnologia Meccanica, Produzione e Ingegneria Gestionale dal 2008 al 2010, preside della Facoltà di Ingegneria dal 2010 al 2013, presidente della Scuola Politecnica dal 2014 a oggi. Ha presieduto l’Associazione Italiana di Tecnologia Meccanica dal 2005 al 2009, il Coordinamento della Meccanica Italiana dal 2008 al 2014 e la Conferenza per l’Ingegneria (già Conferenza dei Presidi delle Facoltà di Ingegneria) dal 2012 a oggi.

Al nuovo Rettore vanno naturalmente i nostri migliori auguri di svolgere nel modo più proficuo questo incarico così impegnativo.

Su questo sito utilizziamo i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più clicca sul tasto Approfondisci . Continuando nella navigazione, invece, presti il consenso all’uso dei cookie.