Ad ARCA il primo raduno di Open Data Sicilia

Il 4 e il 5 settembre, qui ad ARCA, avrà luogo il primo raduno di Open Data Sicilia. Si tratta di una iniziativa civica nata circa 2 anni fa, che si propone di far conoscere e diffondere la cultura dell’open government e la prassi dell’open data nel nostro territorio e attorno alla quale è cresciuta una comunità ricca e molto attiva. Open Data Sicilia, una comunità composta da esperti di settore, giornalisti, ricercatori, tecnologi, geomatici, dipendenti delle PA, fa disseminazione sugli aspetti di fondo dei dati aperti e realizza azioni civiche a tema. Questa occasione di settembre sarà un momento di approfondimento per chi, in tutto il territorio, vorrà avvicinarsi ai dati aperti e sarà anche un momento di verifica per questo sfaccettato gruppo di persone.

I dati aperti “sono dati che possono essere liberamente utilizzati, riutilizzati e ridistribuiti da chiunque, soggetti eventualmente alla necessità di citarne la fonte e di condividerli con lo stesso tipo di licenza con cui sono stati originariamente rilasciati” (fonte opendatahandbook). Sono uno dei temi chiave dello sviluppo di un territorio come il nostro, sia in termini di crescita tecnologica, sociale ed economica, che per una diffusa e forte cultura della trasparenza.

Con la disponibilià di un numero adeguato di dati aperti di qualità è possibile comprendere il mondo che ci circonda e prendere decisioni migliori. Sapere ad esempio quale percentuale delle imposte raccolte da uno stato è spesa per il sociale, gli orari dei trasporti pubblici, i valori degli inquinanti in atmosfera in una data area, quali sono le località in cui sono più diffuse le coltivazioni di alberi da frutta, quali sono gli uffici pubblici di un certo settore in un dato territorio e chi è il responsabile, ecc.. I principali “produttori” di dati aperti sono le pubbliche amministrazioni, ma lo fanno ad esempio anche aziende piccole e grandi, centri di ricerca e cittadini.

Nei due giorni qui ad ARCA, così come è possibile leggere nel programma, sono previste due modalità di sviluppo delle giornate:

  • il 4 settembre sarà in modalità workshop, con due sessioni parallele con approfondimenti di temi di carattere più generale, così come il racconto di alcuni specifici progetti;
  • il 5 settembre sarà invece in “gruppi di lavoro”, e attorno a dei tavoli, con penna, carta, notebook, smartphone e testa, si lavorerà insieme su dati aperti.

Il modulo di iscrizione alla giornata si trova qui e l’hashtag della giornata sarà #ODS15.

Su questo sito utilizziamo i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più clicca sul tasto Approfondisci . Continuando nella navigazione, invece, presti il consenso all’uso dei cookie.