Al via il terzo incontro tra i partner europei del progetto ZERO-PLUS

Dal 15 al 17 marzo 2017 a Palermo presso Palazzo Steri e la sede del Consorzio ARCA in viale delle Scienze si terrà il terzo incontro sullo stato di avanzamento di ZERO-PLUS, prestigioso progetto finanziato dal Programma Horizon 2020 dell’Unione Europea per la ricerca e l’innovazione. L'obiettivo principale di ZERO-PLUS (acronimo di Achieving near Zero and Positive Energy Settlements in Europe using Advanced Energy Technology) è quello di realizzare edifici ad energia positiva e a consumo energetico prossimo allo zero usando tecnologie energetiche avanzate.

 

ARCA, da sempre impegnata nella promozione del trasferimento tecnologico, in qualità di partner, organizzerà il terzo meeting di progetto durante il quale si svolgerà un incontro sulle strategie di valorizzazione dei risultati e la valutazione dell’impatto delle tecnologie proposte. Tale attività è parte fondante dei progetti finanziati in ambito Horizon 2020.

Alle giornate palermitane parteciperanno docenti, manager ed esperti internazionali nell’ambito delle energie rinnovabili. Una straordinaria opportunità per la comunità accademica che avrà la possibilità di incontrare luminari del settore. Saranno infatti organizzati anche due incontri pubblici con gli studenti e i ricercatori dell’Università degli Studi di Palermo che avranno l’opportunità di conoscere gli le tecnologie implementate nel progetto e approfondire alcune tematiche.

Il Professore Matthias Santamouris (Professor of High Performance Architecture in the University of New South Wales, Australia), farà un seminario dal titoloLocal Climate Change and Urban Mitigation Techniques to Counterbalance. Il Professore Thomas Bock (Chair of Building Realization and Robotics, Department of Architecture at Technische Universität Mnchen), terrà una lezione dal titolo “CRC/RCR. From Construction Robotics Comics (CRC) to Real Construction Robotics (RCR)”.

ZERO-PLUS  è stato avviato nel 2015 e vede la partecipazione di diverse Università (Università di Atene, Cyprus Institute, Politecnico di Monaco, Ben Gurion University of the Negev, Oxford-Brookes University, Università degli studi di Perugia, Politecnico di Creta), aziende produttrici (ABB, Anergy, Arca, British Gas, Fibran) e imprese di costruzioni (Contedil, JRHT, OPAC38, George Vassiliou) di tutta Europa. Tutti i partner coinvolti stanno lavorando insieme per sviluppare un sistema che comprende soluzioni innovative per la generazione e la gestione di energia, sia a livello di singolo edificio che di distretto abitativo.

Il progetto viene sviluppato attraverso quattro casi-studio in Europa, uno dei quali in Italia, a Novafeltria (Rimini).

Tra le tecnologie scelte per la realizzazione di questi impianti sono state selezionate:

$1·        le soluzioni sviluppate dal Consorzio Arca all’interno del Laboratorio Solare con i sistemi a concentrazione fotovoltaica ad alta efficienza;  

$1·        una serie di configurazioni innovative del vetromattone, al fine di ottimizzarne le prestazioni energetiche degli edifici sviluppate da dallo spin-off SBskin;

$1·      il sistema di climatizzazione frescoo, realizzato dallo spin-off Solarinvent, basato su un processo originale di trattamento dell’aria che garantisce il controllo della temperatura e dell’umidità, è alimentato ad energia.

Il progetto ZERO-PLUS  rappresenta un tassello importante in quanto laboratorio di sperimentazione e acceleratore di sviluppo per la realizzazione degli edifici del futuro.

Per saperne di più:

www.zeroplus.org

http://www.cosorzioarca.it

http://www.freescoo.com/

http://www.sbskin.it/

Su questo sito utilizziamo i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più clicca sul tasto Approfondisci . Continuando nella navigazione, invece, presti il consenso all’uso dei cookie.